Valli Bergamasche Flora Alpi Prealpi Orobie Valli Bergamasche
Itinerari Naturalistici Orobie Valli Bergamasche
Valli Bergamasche Itinerari Naturalistici
Home Page Valli Bergamasche Alpi Prealpi Orobie Itinerari Naturalistici
Alberghi Hotel Bergamo Bed and Breakfast Bergamo Bed and Breakfast Bergamo Agriturismo Bergamo Ristoranti Camping Bergamo
Itinerari Naturalistici Le Erbe della Salute
Erbe della Salute sulle Prealpi Orobie Itinerari Naturalistici Alpi Prealpi Orobie
La zona delle Alpi e Prealpi Orobie Occidentali Bergamasche è particolarmente ricca di rifugi e bivacchi. Consiglibile pernottare dal form che trovere nell'informativa del singolo Rifugio.

Origine delle Valli; Sentiero delle Orobie; Sentiero dei Fiori; Giardino delle Orobie; Raccolta dei Funghi; Laghetti Alpini; Il Fiume Brembo; Acque Minerali; Grotte e Cavità; Marmi e Graniti; Zootecnica e Alpeggio; Caccia e Roccoli; Rustici nelle Valli

PERCORSI, LUOGHI, PAESAGGI, ITINERARI TEMATICI - In numerose località della Valle Brembana, spesso sconosciute perché al di fuori dei flussi turistici più comuni, ambiente storia, arte e tradizione si mescolano ancora in modo armonico.

IL PARCO DELLE OROBIE OCCIDENTALI BERGAMASCHE - Per secoli l'uomo ha abitato le Orobie, creando su di esse nuclei abitati, malghe e stavoli, con laboriosa fatica di generazioni ha strappato al bosco, prati e pascoli, contribuendo alla diversificazione del paesaggio alpino che rende inimitabili queste montagne.

La Valle Brembana superiore è parte integrante del Parco Regionale Montano e Forestale delle Orobie e ne occupa un ampio settore di estremo interesse naturalistico e faunistico.

FLORA SPONTANEA PROTETTA - In questi Link vengono illustrate alcune specie che la Giunta Regionale del 26 Settembre 1979, ha dichiarato protette. Per scongiurare il pericolo di vedere scomparire piante che rappresentavano un ornamento della Montagna delle Valli Bergamasche.

ERBE DELLA SALUTE - L'ambiente naturale conferisce al territorio una particolare attrazione per gli abitanti e per i numerosi turisti ed escursionisti accumunati dall'amore per la natura in ogni sua manifestazione.


LE VALLI BERGAMASCHE


Le Valli Bergamasche della Provincia di Bergamo sono: la Valle Brembana, la Valle Seriana, la Valle di Scalve e la Valle Imagna. Esiste poi un una affascinante vallata denominata Valle Cavallina che si trova in prossimità del Lago di Endine, lago di piccole dimensioni ma di importante interesse naturalistico e ambientale.

- La Val Brembana è percorsa dal fiume Brembo. Il ramo principale di questo fiume ha origine nella zona del Pizzo del Diavolo in Comune di Carona e finisce il suo corso nelle acque del fiume Adda. I principali centri della Valle per numero di abitanti sono Zogno, San Pellegrino Terme, San Giovanni Bianco, Brembilla e Piazza Brembana. Per quanto concerne tutto quello che riguarda questa vallata si rimanda al nostro Portale.

C'e' poi la Valle Seriana che è percorsa dal fiume Serio. Questo ha origine all’omonimo passo del Serio e finisce la sua corsa anch'esso nel fiume Adda. Spettacolari sono le cascate del Serio che ogni anno vengono aperte alcune volte nei mesi di Luglio e Agosto e che consentono di ammirare il triplice salto, per complessivi 315 metri, che l’acqua percorre dalla diga del Barbellino a fondo valle verso Valbondione. Vi sono diversi grossi centri abitati.

La Valle di Scalve si trova a Nord/Nord-Est della provincia di Bergamo. Centro principale di questa valle e' Schilpario, nota stazione di sport invernali. La valle confina a Nord con la provincia di Sondrio e a Nord-Est e a Sud con quella di Brescia. Da Nord-Est a Sud si snoda una lunga catena di monti lunga circa 20 chilometri, fra i quali spiccano la cima Mengol (m. 2421), il Cimone della Bagozza (m. 2409), il Pizzo Camino con i suoi 2492 m. e molti altri. La catena che a sud delimita la valle comprende cime altrettanto note, facenti parte del gruppo della Presolana, fra cui il Pizzo della Presolana a m. 2521. A Nord il confine con la provincia di Sondrio vede le cime del Monte Gleno di m. 2882, che è la maggiore altitudine della Valle. Ci sono pure molti passi che le permettono di comunicare con la Val Camonica e la Valtellina.

La Valle Imagna, racchiusa da verdi montagne delle Valli Bergamasche, ha ancora oggi una natura incontaminata che e' molto apprezzata dai numerosi turisti che decidono di trascorrervi una breve vacanza. Valle che racchiuse in se' colture della pianura e visione di spettacolari montagne e stupendi boschi. Con i suoi paesaggi mutevoli, ricchi di testimonianze e memorie, l'inestimabile patrimonio storico-culturale rimasto praticamente intatto, è un’oasi naturale che non risente ancora lo stress di altre valli piu' industrializzate. Sono 17 i Comuni in questa Valle, ognuno dei quali è ricco di storia e costellato di antichi borghi dove fanno bella mostra di se' tipiche architetture in pietra. Tra questi, meritano visita i comuni di Almenno San Salvatore e Almenno San Bartolomeo, Sant’Omobono, Rota Imagna, Costa Imagna, Fuipiano, Brumano e Berbenno. Situata nelle Prealpi bergamasche, la Valle Imagna dista da Milano poco piu' di 50 km da Milano.

A nord delle Valle succitate ci sono le Alpi Orobie che si estendono dal Passo dell’Aprica in direzione ovest sino alla cuspide del Monte Legnone per una lunghezza di circa 85 Km. Lamassima elevazione e' appannaggio del Pizzo Coca (3051m), ma anche altre due montagne superano la considerevole quota dei 3000 metri e sono il Redorta (3038m) e la Punta di Scais (3038m). Vi sono poi una serie di cime come il Recastello (2886m), il Diavolo di Tenda (2914m) e il Diavolo di Malgina (2926m), i Tre Confini (2824m) che hanno altezze inferiori ma non sono da meno per fascino e importanza. Le Orobie sono distinte in Alpi Orobie e Prealpi Orobie.

Le prime chiamate cosi' pare per gli aspetti geologici che le compongono e per l'elevata presenza di corpi idrici superficiali e da una roccia che presenta segni di dinamica glaciale quaternaria. Le Prealpi Orobie sono invece una catena montuosa che si salda con quella delle Alpi andando a costituire un unico gruppo, ma con una geomorfologia differente caratterizzata da rocce di natura dolomitica calcarea e da scarsità di corpi idrici superficiali. La montagna classica delle Prealpi Orobie è il Pizzo della Presolana (2521m). Più in generale le Orobie sono montagne ad elevata vocazione faunistica dove sono presenti numerosi ungulati selvatici e greggi di ovini, caprini e bovini al pascolo durante il periodo estivo.

Tra gli ungulati selvatici sono presenti Camosci (Rupicapra rupicapra), Caprioli (Capreolus capreolus), Cervi (Cervus elaphus), Mufloni (Ovis orientalis); significativa è la presenza dello Stambecco (Capra ibex) che è tornato sulle Orobie grazie alle operazioni di reintroduzione condotte alla fine degli anni Ottanta. Le montagne bergamasche sono molto attrezzate sia per il tursmo invernale che per quello estivo. Vi si trovano molti rifugi, alcuni dei quali facilmente raggiungibili con poche ore di facile cammino e altri più impegnativi. Fiore all'occhiello e il Sentiero delle Orobie, itinerario escursionistico-naturalistico che permette in una settimana di percorrere parte delle Orobie.

Webcam Val Brembana - Webcam Foppolo - Webcam S.Simone - Webcam Piazzatorre
Flora Spontanea Alpi e Prealpi Orobie
Valli Bergamasche Flora Spontanea Protetta Valli Bergamasche erbe naturali Valli Bergamasche Flora Spontanea Protetta Valli Bergamasche Fauna delle Alpi Orobie Valli di Bergamo Provincia di Bergamo Flora Spontanea Orobie Prealpi Orobie Alpi Orobie Alpi e Prealpi Orobie
Group Val Brembana Web - Copyright © all rights reserved Site Map - Valli Bergamasche - Bergamo - Italy - Forum - Sciare - - Statistiche sito