Val Brembana
San Simone, il Tar ferma la seggiovia dei Comuni

Ricorso di London Group: occupazione abusiva delle aree
Sindaci sorpresi: senza questi lavori la stagione Ŕ a rischio
(L'Eco di Bergamo - 14/10/2006)
VALLEVE: La stagione sciistica a San Simone-Valleve Ŕ a rischio. Il Tribunale amministrativo regionale di Brescia ha accolto, in meno di 12 ore, il ricorso presentato dalla "San Simone evolution", la societÓ del "London Group" amministrato dall'architetto zognese Gianfranco Quarti, e ha bloccato i lavori, in corso da inizio ottobre, per la realizzazione della nuova seggiovia triposto Sessi-Cima Siltri (per un costo di un milione e 400 mila euro).

L'impianto avrebbe dovuto sostituire le seggiovie Sessi e Forcella, la cui vita tecnica Ŕ scaduta e per le quali Ŕ obbligatorio lo smantellamento. Il prossimo 19 novembre, inoltre, scadrÓ anche la vita tecnica della seggiovia Camoscio. E a quel punto, a San Simone, rimarrebbero funzionanti la scuola sci e la seggiovia Colla (che arriva a metÓ pista). "Troppo poco - dice il sindaco di Valleve Santo Cattaneo - per far funzionare la stazione". A meno di una decisione diversa, in tempi brevi, del Tar di Brescia quindi, dopo trent'anni la stazione sciistica di San Simone rischia di non aprire. "Il presidente del Tar - spiegano dalla "San Simone evolution" - ha sospeso il decreto di occupazione che era stato emesso dai Comuni a diritto della salvaguardia delle proprietÓ private. Si trattava di un'occupazione abusiva e come tale il Tar ha accolto la nostra richiesta in meno di 12 ore: abbiamo presentato il ricorso giovedý mattina e in serata il presidente del tribunale aveva giÓ emesso decreto di sospensiva. I lavori erano iniziati il 2 ottobre, addirittura prima del 16, fissato dai Comuni come data di convocazione per la presa di possesso dei terreni".

"Se la stagione sciistica non partirÓ non Ŕ colpa nostra - proseguono dalla "San Simone evolution" -. Dopo che Tar e Consiglio di Stato ci hanno dato ragione, annullando la requisizione degli impianti di San Simone e Foppolo da parte dei Comuni, le proprietÓ non ci sono ancora state restituite. Quindi non possiamo intervenire per gli eventuali lavori di manutenzione sulle seggiovie. Del cantiere abusivo a San Simone, in particolare degli sbancamenti effettuati a monte e all'arrivo della pista per realizzare la seggiovia, abbiamo presentato denuncia ai carabinieri di Branzi, informando prefettura, ComunitÓ montana, Parco delle Orobie e Corpo forestale. Gli interventi, infatti, stanno avendo un forte impatto ambientale".

Replica il sindaco di Foppolo Beppe Berera, presidente della "Brembo Superski", societÓ costituita dai Comuni di Foppolo, Valleve e San Simone: "Il provvedimento del Tar ci sorprende: la "San Simone evolution", infatti, nel ricorso ha dichiarato di essere proprietaria di tutti i mappali su cui si sta realizzando la seggiovia. Invece, dei circa 20 mila metri quadrati di terreno, solo la parte iniziale e quella finale della pista sono di sua proprietÓ. I lavori, quindi, continueranno comunque sui terreni del Comune di Valleve. I lavori per la seggiovia hanno avuto il via libera dalla Conferenza dei servizi, quindi da tutti gli enti interessati. Il provvedimento del Tar Ŕ incomprensibile".

"Quanto accaduto Ŕ assurdo - aggiunge il sindaco di Valleve -. Si stanno vanificando i sacrifici che i Comuni stanno facendo per salvare la stagione sciistica. E, saputo del provvedimento, purtroppo, alcuni operatori economici si sono presentati in municipio pronti a depositare le licenze commerciali, di alberghi e ristoranti, se la seggiovia non sarÓ realizzata. A San Simone, infatti, lavorano, tra maestri di sci e operatori del settore ricettivo, almeno tra le 70 e le 80 persone. E il tempo stringe: in cima alla pista, a quota 2 mila metri (dove ci sono le proprietÓ della San Simone evolution, ndr), tra poco potrebbe iniziare a nevicare. E allora, difficilmente, si potrÓ proseguire con i lavori".

L'Eco di Bergamo - (14/10/2006)


Valle Brembana, migliaia d'abeti colpiti dal Bostrico, oltre a Provincia di Bergamo e Regione Lombardia, che hanno assegnato fondi al Parco delle Orobie
Nuova diga sul Brembo a San Pellegrino Terme, nuovi tempi per la conclusione della traversa sul fiume sono quelli stabiliti dall'Enel
Frana ad Algua, finanziati i lavori per le case di Pagliaro, la Regione ha stanziato 703.000 euro
Skipass a Valtorta Piani di Bobbio, le stazioni sciistiche di Valtorta Piani di Bobbio e di San Martino di Castrozza, nelle Dolomiti, si sono gemellate
Sfida al Pizzo del Diavolo, I Comuni e gli operatori turistici di Carona, Foppolo e Valleve mettono a disposizione alcune jeep
Frana in Valtaleggio Provinciale ancora chiusa, una frana di massi rocciosi si Ŕ abbattuta sulla provinciale 25
Seggiovie, Comune di Piazzatorre fuori gioco, ci sarÓ la vendita degli impianti sciistici della Piazzatorre Ski, in Torcola Vaga
Fiera di San Matteo a Branzi, per l'edizione 2006 della mostra delle bovine di razza bruna
Piste da sci in diretta con le webcam, Valle Brembana Foppolo Carona San Simone Piazzatorre Valtorta Piani di Bobbio
Rischio valanghe a Valleve e Foppolo, La questione riguarda la strada provinciale 2 Lenna - Foppolo
Carona Sci, per l'inverno la pista di fondo, Carona avrÓ la sua prima pista per lo sci di fondo
Olmo al Brembo, scoperto l'affresco del cavaliere miracolato, la serata, accompagnata dal canto dei Polifonici Gogýs
Pochi alpinisti i rifugi orobici perdono quota, non Ŕ stata un'annata brillante per i nostri rifugi alpini
Via Mercatorum Strada Priula, esiste anche da noi una piccola frontiera del turismo
Turismo in Valle Brembana, per il rilancio puntare sulle infrastrutture
Internet veloce nelle Valli Bergamasche, sono ai nastri di partenza i lavori per la rete Internet a banda larga senza fili
Consiglio di Stato ha respinto il ricorso dei Comuni di Foppolo e Valleve, alle societÓ Foppolo Evolution e San Simone Evolution
Ski pass unico per sciare in Valle Brembana, un biglietto stagionale unico che permetta di utilizzare tutti gli impianti sciistici
Rifugi in festa tra sapori e memorie, nei rifugi si farÓ festa


Visita la nostra Valle


Ambiente : Origine delle Valli - Sentiero delle Orobie - Sentiero dei Fiori - Giardino delle Orobie - Funghi - Laghi Alpini - Fiume Brembo - Acque Minerali e Terme - Zootecnica e Alpeggio
Itinerari Valle Brembana: Giongo e Prati Parini - La Valle Parina - Valle del Pegherolo - La Strada Taverna - Val Taleggio - Miniere Val Stabina - Sentiero Geologico del Benigni
Rifugi Orobie: Rifugio Dordona - Rifugio Calvi - Rifugio S.Marco - Rifugio Benigni - Rifugio Laghi Gemelli - Rif. Grassi - Rifugio Longo - Rifugio Madonna delle Nevi - Rifugio Capanna 2000