Erbe

LA SALVIA

Salvia pratentis in dialetto e' conosciuta come Salvia, Salbia, Insalvia, Petöga, Petonega e Betonega



La Salvia pianta perenne, con fusto alto fino a 50/70 centimetri, robusto e peloso, la salvia pratense fiorisce da maggio a giugno. Ha fiori azzurri, violacei, a due "labbra", di cui il superiore forgiato a falce. La Salvia cresce in tutte le zone prative della fascia sub montana, fino ai 1500 metri di quota. E' sempre stata tenuta in considerazione per le sue proprieta' medicamente fin dai tempi piu' antichi. La pianta della Salvia, di cui si utilizzano le foglie e le sommita' fiorite, essicate all'ombra, contiene olio essenziale, tannino, saponosidi e colina.

Trova impiego soprattutto per le sue proprieta' digestive, balsamiche, antisettiche, espettoranti. Importante viene considerata la sua attivita' sulle funzioni intestinali e della cistifellea. Nella preparazione di un decotto che puo' utilizzarsi come tossifugo, si prendono 40 grammi di foglie di salvia e si fanno bollire per due minuti in un litro di acqua. Si filtra e se ne beve una tazzina la sera, prima di coricarsi.

Tale decotto e' utile anche, ma usato con sciacqui ripetuti piu' volte al giorno, per rinforzare le gengive sui denti, li puliscono, purificando contemporaneamente l'alito.

Nel Portale della Val Brembana

  • Flora delle Orobie

    Flora delle Orobie

    Il concetto di protezione delle specie legato in un primo tempo quasi esclusivamente a motivi estetici, per scongiurare il pericolo di vedere scomparire piante che rappresentavano un ornamento della Montagna ed un abbellimento del manto che ci circonda....
  • Fauna delle Orobie

    Fauna delle Orobie

    La Valle Brembana superiore è parte integrante del Parco Regionale Montano e Forestale delle Alpi Orobie e ne occupa un ampio settore di estremo interesse naturalistico e faunistico. A quanti scelgono di visitare la nostra valle Brembana non deve sfuggire l’occasione di poter godere di queste bellezze....